Top

Latteria Soresina aumenta il fatturato nonostante il calo del prezzo del Grana Padano, che rappresenta il suo prodotto di punta. Nel 2018 la Cooperativa cremonese, che ogni giorno ritira dai suoi soci 1.200 tonnellate di latte e movimenta circa 140 milioni di pezzi all’anno, ha realizzato un incremento del giro d’affari di 10 milioni di euro, (+2,5%), passando da 365 milioni nel 2017 a 375 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione di Latteria Soresina ha ritenuto che la situazione di calo dei prezzi del 2018 rappresentasse il momento giusto per acquisire nuovi riferimenti produttivi, al fine di accelerare, rispetto al pianificato, la produzione di Grana Padano, nella previsione che il mercato potesse riprendersi in modo interessante. Sono state così acquistate altre 20.000 “quote grana” da utilizzare nel 2019 nello stabilimento di Chiari, acquistato nel 2017, e potenziato nel 2018. La previsione di mercato si è rivelata azzeccata e questo fa prevedere un 2019 di soddisfazione. La previsione è un incremento del giro di affari di circa il 10%.

I riferimenti produttivi di Grana Padano in capo a Latteria Soresina salgono così a 512.000 consolidando il suo ruolo di primo produttore di questo pregiato formaggio.

Latteria Soresina è il riferimento nazionale per il prezzo del latte ma è anche tra i principali produttori di burro. Da febbraio scorso, il nuovo burrificio per il quale sono stati investiti 15 milioni di euro, ha raggiunto la piena operatività, raddoppiando la capacità produttiva della cooperativa da 5.000 a 10.000 tonnellate annue.

L’incremento del fatturato del burro si deve anche alla strategia di Latteria Soresina che offre sempre elevata qualità e sostiene questo prodotto con campagne di comunicazione, facendo riscoprire ai consumatori i sapori ed i pregi nutritivi di questo ingrediente/condimento fondamentale della nostra dieta mediterranea.

Tiziano Fusar Poli, il Presidente della Latteria Soresina, spiega il carattere strategico di questa operazione: «L’investimento di circa 15 milioni di euro è il più grande mai realizzato dalla nostra cooperativa negli ultimi decenni, ma ci permetterà di essere al top per molti anni nel business del burro». Ha comunque ribadito: «il core business continuerà ad essere rivolto al Grana Padano, che nell’ultimo decennio ha remunerato il latte meglio di molte altre linee di prodotto. In tale direzione si inquadra l’acquisizione, sempre nel 2018, di 20.000 quote grana da produrre dal 2019, che ci permetteranno di mantenere o addirittura di incrementare la quota di latte conferito dedicato a tale produzione che oggi vale il 45% delle vendite di Latteria Soresina.

Importante in tal senso è anche il caseificio “Brescialat” di Chiari acquisito nel 2017. «Questo nostro nuovo stabilimento, grazie agli investimenti approvati e ormai realizzati nel 2018 in armonia col piano di sviluppo rurale (PSR) – afferma Fusar Poli – è in grado di produrre fino a 100.000 forme di Grana all’anno».

Ma Latteria Soresina, a differenza di molti produttori di Grana Padano di dimensioni nettamente inferiori che puntano sulla mono produzione o su una scarsa gamma di prodotti, ha nella diversificazione del business, uno dei suoi punto di forza. Infatti oltre al Grana Padano e Burro, le produzioni della cooperativa cremonese si allargano con eccellenza anche nei mercati del Provolone e del Latte confezionato, ed i prodotti commercializzati includono il fior fiore caseario Italiano come il Parmigiano Reggiano, la Mozzarella, gli Yogurt e di altri ancora.

Per il 2019 Latteria Soresina prevede di chiudere con un fatturato di oltre 400 milioni di euro. La Cooperativa, con le sue oltre 200 stalle, copre l’11% del fabbisogno di latte in Lombardia (quasi il 5% del latte nazionale), e si colloca tra le prime aziende italiane del settore.

Il Ministero della Salute ha avvisato, sul suo sito internet, circa il richiamo di un lotto di Mix di formaggi grattugiati prodotti dalla nostra azienda per presenza di Listeria monocytogenes rilevata in un campione.
Il prodotto coinvolto è distribuito in confezioni da 100 grammi con il numero di lotto 00 9114 e data di scadenza del 23/07/2019.
Latteria Soresina precisa che, dalle analisi svolte sul lotto in questione, il livello di contaminazione è risultato al di sotto dei parametri che identificano il rischio di salute.
In ogni caso Latteria Soresina, già dal giorno 7 giugno ultimo scorso, cioè prima della pubblicazione del Ministero, a titolo precauzionale, ha provveduto al ritiro dal mercato di tale lotto di prodotto. Si consiglia comunque a chi fosse in possesso delle buste in oggetto, di restituirle al punto vendita richiedendo il rimborso.
I consumatori che desiderassero mettersi in contatto con l’azienda per qualsiasi informazione e precisazione, possono farlo al numero di telefono dedicato 840 000025

Soresina (CR), 7 giugno 2018
Viviamo in un contesto mondiale complesso dove nessuna azienda è immune al processo di globalizzazione. Le sfide economiche sono sempre più acute e le competenze tecniche richieste devono adattarsi ai nuovi scenari che sono in continuo movimento, quindi è fondamentale individuare figure professionali che non abbiano difficoltà ad affrontare e cavalcare questi repentini cambiamenti.

E’ su queste considerazioni che la Latteria Soresina ha scelto il nuovo Direttore Generale, Michele Falzetta, di 47 anni, che dal 1° giugno è subentrato ad Aldo Cavagnoli, in pensione dal 31 maggio, a cui il presidente Tiziano Fusar Poli porge i più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto. Cavagnoli, ha permesso alla Cooperativa di raggiungere negli ultimi 7 anni, periodo della sua direzione, un aumento di fatturato del 54%, portando le esportazioni al 20%del fatturato aziendale complessivo.

«Ringrazio il Presidente Tiziano Fusar Poli e tutti i miei colleghi che mi hanno sempre dato un preziosissimo confronto umano e professionale. Sono molto orgoglioso di aver potuto collaborare con una squadra formidabile come questa. Auguro a Michele Falzetta di proseguire sulla strada intrapresa e che i risultati futuri possano essere ancora più importanti di quelli che sono stati raggiunti. D’altro canto i risultati si ottengono con un grande gruppo, e un grande gruppo si fa con grandi persone: tali sono quelle con cui ho avuto la fortuna di lavorare», afferma il Direttore Generale uscente, Aldo Cavagnoli.

Michele Falzetta, laureato in tecnologie alimentarie con un Master in Business Administration conseguito presso la Bocconi è stato scelto per la sua esperienza maturata in Italia e all’estero; arriva dalla nota multinazionale svedese Tetra Pakdove, nella sede aziendale di Lund (Svezia),ha ricoperto il ruolo di Carton Gable Top Managing Director per l’Europa e l’Asia Centrale. Prima ancora è stato anche Direttore Generale di Trevalli Cooperlat, nota azienda lattiero casearia; Amministratore Delegato di Elopak e Responsabile Marketing di Italpack, aziende produttrici di imballi per liquidi alimentari.
«La scelta di rientrare in Italia nasce dalla volontà di mettere a disposizione l’esperienza di respiro internazionale maturata negli ultimi tre anni, che mi ha arricchito sia dal punto di vista professionale sia da quello umano. Sono onorato di far parte della famiglia Latteria Soresina, azienda di grandi valori morali e professionali. Il settore lattiero caseario è in continua trasformazione. A livello mondiale, i grandi player cercano diversificazione e rafforzamento dell’identità di marca. Lo stile dei consumi muta con il mutare delle generazioni, e la sfida per Latteria Soresina sarà quella di poter leggere i cambiamenti ed evolversi con loro. Il mercato estero presenta delle ottime opportunità: nelle nuove aree di sviluppo europee si può prevedere nel 2018 una crescita del 4%; nel Middle East una previsione di crescita del 3,6%; nei mercati asiatici, in testa India e Cina, rispettivamente crescite del 7,4%e del 6,6%. Attraverso la mia esperienza, sono certo di poter posizionare Latteria Soresina tra i leader mondiali», dichiara Michele Falzetta.

«Il futuro si gioca nei mercati globali ela nostra scelta è stata indirizzata verso un personaggio che avesse questa forte caratterizzazione.  Il Cda ha ritenuto fosse il momento giusto per fare una scelta orientata ad un manager che venisse da altre esperienze, anche di respiro internazionale. Garantiamo a Michele Falzetta il supporto necessario utile al raggiungimento degli obiettivi che tutti noi attendiamo da lui. Sono felice della sua decisione e sono certo che lui sarà in grado di consolidare ed aumentare il nostro prestigio internazionale», afferma il Presidente di Latteria Soresina, Tiziano Fusar Poli.

LATTERIA SORESINA
Via Dei Mille, 13/17
26015 Soresina (CR)
P.IVA 00108110198

T. 0374 34.91.11
info@latteriasoresina.it