Sarà che spesso lo sport unisce o perché lo spirito sano di competizione stimola. Fatto sta che in Latteria Soresina l’oramai tradizionale torneo di calcetto aziendale è vestito di valori che vanno oltre. I dipendenti che vi partecipano si autogestiscono, si organizzano, collaborano tra di loro e si combattono spesso anche senza arbitro ma sempre in uno spirito di sano sport e aggregazione. Non solo, ma decidono di “vendere al pubblico” quella cena a loro dedicata dall’azienda per donare il ricavato al Centro Diurno Disabili di Soresina “Il Calabrone”.  Il C.D.D. è un Servizio del Comune di Soresina, gestito da Cooperativa Sociale Società Dolce, che si occupa di persone diversamente abili del territorio soresinese e dei Comuni limitrofi.

 

Giovedì scorso, il torneo è giunto alla sua conclusione: presso i campi di calcetto di via dello Stadio gestiti dall’ASD, si sono svolte le finali che hanno visto vincere il torneo l’Atletico Burro che ha prevalso in finale sul Magazzino Grana United. Al terzo posto si è classificata la Dinamo BMG Electric, al quarto il Real Provolone seguito dal El Casel dei Hooligans.

Presenti anche il Sindaco di Soresina Diego Vairani, l’Assessore ai Servizi Sociali Angela Persicani e la Coordinatrice del C.D.D. Monica Dondoni. Non sono mancate da parte del Sindaco parole di ringraziamento per il gesto dei dipendenti di Latteria Soresina, che puntualmente da anni sono sensibili ai bisogni sociali del comune di Soresina. Ringraziamenti sono stati rivolti anche alla Latteria e all’ASD ed a tutti i loro attori impegnati nell’organizzazione che hanno permesso l’evento.

L’Assessore Persicani sottolinea l’importanza della sensibilità dimostrata. Il Centro Diurno Disabili è un servizio estremamente impegnativo, ma altrettanto necessario per poter garantire alle persone in esso inserite una qualità di vita migliore ed integrata col territorio.

Invia parole di encomio anche il Presidente di Latteria Soresina Tiziano Fusar Poli: “Iniziative del genere sono un’opportunità per Latteria Soresina. Ringrazio quindi l’amministrazione comunale e il CDD, oltre a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo evento. È stata un’occasione di crescita e formazione dei valori necessari per un sano spirito di impresa, ma anche utili per il benessere di chi li vive con partecipazione”.