FRITTO JE T’AIME 4 – Di terra

SECONDI
DIFFICOLTÀ

DIFFICOLTÀ

TEMPO

TEMPO

INGREDIENTI

100 gr Cervella di vitello
50 gr Animelle
100 gr Fegato di maiale
4 Scaloppine di vitello
4 Costolettine di agnello
4 Cappelli di porcini freschi o altro fungo carnoso
12 Lumache
1 Zucchina
1 Melanzana
1 Mela
100 gr Semolino
1/2 l Latte Latteria Soresina
Limone
Vaniglia 1 pizzico
80 g Zucchero
8 Amaretti
1/2 l Olio d’oliva per friggere
200 gr Burro Latteria Soresina
4 Uova
Farina bianca
Pane grattugiato
Sale
Pepe
4 Stecchini di legno

Una ricetta leggermente rivista del fritto misto alla piemontese, con una piccola influenza ligure…

PREPARAZIONE

Fate bollire il latte con la scorza grattugiata del limone, lo zucchero e la vaniglia, unite il semolino mescolando molto attentamente e lasciando cuocere a fuoco basso per 15’. Stendete il semolino cotto in una teglia rettangolare foderata di carta forno e lasciatelo raffreddare. Ritagliatelo in tante formelle uguali. Tagliate la cervella, le animelle e i filoni di vitello a piccoli tocchetti e il fegato a fettine. Affettate a strisce lunghe la zucchina e la melanzana. Affettate a rondelle la mela sbucciata. Battete e pareggiate le fettine di fesa di vitello e le costolette di agnello.

Lavate ed asciugate bene le lumache.

Fate scaldare molto bene l’olio mescolato al burro e friggetevi, singolarmente, tutti gli ingredienti dopo averli infarinati, passati nelle uova sbattute salate e pepate e nel pane grattugiato.

Le lumache vanno solo infarinate e gli amaretti si devono prima inzuppare nel latte, poi strizzare e impanare semplicemente.

Scolate molto bene su carta assorbente e servite subito.